Do NOT follow this link or you will be banned from the site!
   
CHI SIAMO
IMPRESE
SERVIZI
NOVITÀ
CONTATTI
HOME > News > Sostenibilità, i temi affrontati nel seminario su strumenti e linguaggi comuni

Ambiente - News - 24/05/2022

Sostenibilità, i temi affrontati nel seminario su strumenti e linguaggi comuni

L'intervento del vice presidente Paolo Barberis Canonico, i risultati del progetto pilota regionale, l'esperienza delle imprese

 

"Biella è da sempre impegnata sulla sostenibilità, anche quando ancora non se ne parlava. I Biellesi sono parsimoniosi e gli imprenditori vivono lì dove producono, quindi hanno sempre cercato di non sporcare il loro ambiente. In ambito green le medie e grandi imprese hanno già affrontato il problema e strutturato uffici di competenza, al contrario le piccole e micro realtà faticano maggiormente a declinarlo perché non hanno le dimensioni sufficienti per questo impegno. Per questa ragione sarebbe importante che si riuscisse a creare un linguaggio comune, con regole chiare e semplici. Un primo passo importante sarebbe fare pulizia e chiarezza tra le molte certificazioni esistenti. Oggi parleremo proprio di questi temi, a partire dal progetto pilota regionale 2021".

Con queste parole Paolo Barberis Canonico, vice presidente dell'Unione Industriale Biellese con delega a Sostenibilità, Economia d'impresa e Sviluppo Filiere, ha dato il via al seminario "Sostenibilità aziendale: strumenti per un linguaggio comune", organizzato da Uib Confindustria Piemonte per fare il punto sugli strumenti e le buone pratiche disponibili in tema di sostenibilità aziendale. L'analisi ha preso spunto dall’esperienza del progetto regionale pilota 2021, illustrandone vantaggi e limiti.

"Sono 4 le imprese biellesi che hanno aderito - ha aggiunto il vice presidente Uib - e molte sono le best practice che il nostro territorio può esprimere. I casi aziendali presentati oggi ne sono un ottimo esempio". In particolare, a presentare la loro esperienza sono stati Luca Bruschi di Successori Reda Spa, Maurizio Mancini di Tintoria Mancini Srl e Francesca Carà di Tollegno 1900 Spa.  

 

Gl Obiettivi di Sviluppo Sostenibile  e il progetto pilota regionale

Marco Piccolo, delegato CSR Confindustria Piemonte, si è concentrato su SDG Action Manager: istruzioni per l’uso citando gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs) indicati dall’Agenda 2030 delle Nazioni Unite: un'opportunità unica per tutti i settori, primariamente quello del business, di riunirsi attorno ad un'agenda globale comune e far fronte attraverso un partenariato globale alle sfide della sostenibilità, migliorando la qualità di vita di tutte le persone e salvaguardando il pianeta. “Nel 2021 abbiamo avviato i lavori del tavolo “Sostenibilità” di Confindustria Piemonte che coinvolge ogni nostra territoriale - ha affermato Piccolo -. Intendiamo unire le forze ed organizzare momenti formativi, andando a trovare sul posto le imprese sostenibili. Biella è il primo appuntamento realizzato sul territorio per il confronto con le imprese e la promozione di un percorso comune, a partire dal Global Compact".

 

Rossella Riva di Confindustria Piemonte Enterprise Europe Network ha illustrato più nel dettaglio L’esperienza del progetto regionale pilota 2021, vantaggi e limiti: "Il progetto pilota è stato di grande utilità per approcciare un tema complesso e ha consentito una prima rilevazione della consapevolezza diffusa nel territorio - ha spiegato Riva -  15 le aziende selezionate dalle 7 Associazioni territoriali aderenti, in prevalenza PMI e appartenenti a settori di attività eterogenei. E’, ora, di estrema importanza promuovere una cultura e un linguaggio comuni, attraverso strumenti con valenza internazionale – come il SDG Action Manager - e la condivisone delle best practice già presenti nel tessuto manifatturiero regionale.”

 

Le azioni e gli strumenti di Uib per la sostenibilità

Il vice presidente Paolo Barberis Canonico ha ricordato come il tema della sostenibilità sia al centro dell'azione di lobby dell'associazione, a tutti i livelli: "Le istanze su cui insistiamo puntano a supportare nel concreto le imprese nella loro crescita “green” attraverso interventi per incentivare l’innovazione in modo concreto e semplificare le procedure - ha spiegato -. Mi riferisco, ad esempio, a dare impulso all’introduzione degli “innovation manager” in azienda, professionisti che possono supportare le aziende nel miglioramento dell’efficienza del processo produttivo, avendo come obbiettivo la riduzione degli sprechi e lo sviluppo dell'economia circolare.  Inoltre per favorire una riconversione degli impianti in ottica sostenibile occorrono azioni concrete, fra cui: semplificare le norme e dedicare specifici incentivi al recupero di siti dismessi, incentivare l’autoproduzione di energia elettrica, incentivare impianti volti al recupero e alla valorizzazione degli scarti di produzione".

 

A livello europeo, inoltre, come Unione Industriale Biellese, accanto a Smi, stiamo partecipando alle attività del gruppo di lavoro internazionale della Commissione europea impegnato nell’aggiornamento del ‘TXT BRef’ ai sensi della direttiva 2010/75/UE (Emissioni industriali): "Si tratta della ridefinizione dei prossimi orientamenti comunitari in materia di migliori tecniche disponibili (BAT, Best Available Techniques) per il settore tessile - ha ricordato Barberis Canonico - con l’obiettivo di migliorare la sostenibilità ambientale dei diversi processi produttivi, attraverso l’individuazione di nuovi target di riduzione, ove possibile, delle emissioni in acqua e in atmosfera e del consumo di risorse naturali. A livello europeo, Biella è il punto di rifermento per la lavorazione della lana e siamo stati l’unico distretto italiano ed essere stato visitato dagli esperti della Commissione. Anche in questo caso, la nostra azione vuole essere incisiva presidiando i tavoli di lavoro a livello europeo".

 

Nell'occasione, sono stati anche ricordati quali strumenti Uib e gli Enti collegati offrono agli associati per gestire la sostenibilità (assessment, bilancio di sostenibilità, gestionali) e l'opportunità di fissare un appuntamento di approfondimento in tema di sostenibilità con l'esperta Uib, Silvia Berra, che ha moderato il seminario.

Siti partner: