IndietroHomeAnteprima di stampa

Comunicato Stampa - 31/10/2017

Più di 500 curiosi alla scoperta delle “Fabbriche aperte” biellesi

“Grazie alle aziende che hanno aderito con entusiasmo all'iniziativa della Regione Piemonte, le imprese biellesi sono state quelle più visitate nell'ambito di “Fabbriche Aperte” - ricorda Andrea Bonino, presidente del Comitato Piccola Industria dell’Unione Industriale Biellese -. E' un segnale tangibile del valore immenso che il tessuto industriale locale riveste dal punto di vista non solo economico ma anche culturale. Continuare a far conoscere questo patrimonio e valorizzarlo è uno degli obiettivi primari della nostra Associazione perché è attraverso la promozione della cultura di impresa che si possono comunicare i valori positivi del nostro territorio a possibili investitori, a potenziali turisti o futuri residenti”.

Birra Menabrea, Botalla Formaggi, Incas, Lanificio F.lli Piacenza, Lanificio Ermenegildo Zegna e Figli, Lauretana, Pella Sportswear, Successori Reda hanno aperto le loro porte, gli scorsi venerdì e sabato, a oltre 500 visitatori che sono potuti entrare nei reparti di produzione, scoprendo così esempi eccellenti dell'industria biellese.

Un momento della visita nelle cantine di stagionatura di Botalla Formaggi (foto: https://www.facebook.com/piemontefabbricheaperte)

Un momento della visita nei reparti di Successori Reda (foto: https://www.facebook.com/piemontefabbricheaperte)